SOSPENSIONE DI OMEPRAZOLO

I neonati e soprattutto i neonati prematuri possono presentare forme di reflusso a causa della mancanza dello sfintere esofageo o malfunzionamento di esso. Gli inibitori della pompa protonica sono considerati i farmaci più efficaci per il trattamento di forme gravi di reflusso gastroesofageo. La somministrazione come sospensione è la soluzione più accettata e meno costosa. Inoltre uno studio dimostra come l’assorbimento di una sospensione sia più rapido rispetto a quello delle capsule.

La biodisponibilità dell’ omeprazolo è fortemente influenzata dall’ instabilità della molecola in soluzione acida. Per la somministrazione dei granuli di omeprazolo bisognerebbe tamponare il ph gastrico con una soluzione acquosa di bicarbonato di Na al 8,4% (pratica non compatibile con regimi iposodici, ecc). Dall’International Journal Compounding si ha una metodica con stabilità clinica di allestimento di SOS (simplified omeprazole suspension) partendo dal medicinale industriale.

FORMULA SOSPENSIONE DI OMEPRAZOLO 2MG/ML

Omeprazolo mg 200

(pari al contenuto di 10 cps da 20 mg)

Bicarbonato di Sodio

Acqua depurata q. b. a 100 ml

I granuli di omeprazolo sono rivestiti con un polimero gastroresistente.

— Il periodo di validità della sospensione è di due settimane.

— Allestimento: si svuotano le capsule in una soluzione di bicarbonato di Na al 8,4% ottenendo una sospensione lattiginosa alla concentrazione finale di 2mg/ml.

— Il bicarbonato di Na permette di aumentare il ph della formulazione, facilitando la dissoluzione dei granuli gastroresistenti.